30 MARZO 2008  
 
 
 

 

Varapodio/ Conferenza organizzata dall'UniversitÓ della terza etÓ
PetullÓ: tra le diverse culture occorre una reciproca apertura

Vincenzo Vaticano


Mimmo PetullÓ

VARAPODIO ľ "Il cristiano tra secolarizzazione e identitÓ nella complessa realtÓ di oggi". ╚ stato questo il tema della conferenza organizzata dall'UniversitÓ della terza etÓ (al suo quarto anno accademico), su iniziativa dell'assessore comunale alle politiche sociali Domenico Sorace. Assente per motivi di salute l'ing. Riccardo Carbone, coordinatore dell'UniversitÓ, Ŕ stato il vice sindaco Orlando Fazzolari a introdurre i lavori e presentare il relatore, il dr. Mimmo PetullÓ, sociologo-antropologo ed epistemologo delle religioni. Un incontro che, al di lÓ degli abituali frequentatori dell'istituzione educativa, ha registrato la presenza di numerose persone che hanno praticamente riempito l'aula magna del centro culturale polivalente, sede dell'UniversitÓ. Con dialettica spedita ma sufficientemente comprensibile PetullÓ, fra tante altre cose, ha trattato in maniera esauriente l'argomento principale del convegno, esprimendo chiaramente le sue valutazioni, sia dal punto di vista sociologico che teologico, in relazione all'innegabile processo di secolarizzazione che - come unanimemente riconosciuto - sta invadendo ogni aspetto della vita umana, inclusa la Chiesa; il relatore ha ravvisato l'assoluta necessitÓ da parte della Chiesa di źcambiare in qualche modo registro╗ per tentare di invertire questa tendenza. Quale studioso delle religioni, PetullÓ (autore tra l'altro di numerose pubblicazioni) ha analizzato l'attuale e imponente processo di penetrazione delle altre confessioni religiose, sia sul territorio nazionale che locale. ComunitÓ religiose che sempre di pi¨ rivendicano un ruolo da protagonisti nella societÓ . źUna sorta di "storia in movimento" ľ ha sottolineato il relatore ľ che impone una reciproca apertura e un civile confronto tra le diverse culture. Sicuramente un fatto positivo, dal punto di vista sociologico, che chiama la Chiesa a reagire per dare il meglio di se stessa in quella che si pu˛ chiamare la "sfida" del XXI secolo╗. Sono seguiti gli interventi del pubblico a cui ha risposto il dr. PetullÓ.

 
 
 
 

Back Home Page

Back index page