(1/3/2002)

VARAPODIO / Addizionale Irpef e aumento minimo dell'aliquota Ici
Via libera ai bilanci

Vincenzo Vaticano

VARAPODIO - Con votazione unanime dei consiglieri di maggioranza (tutti presenti), Ŕ stato approvato, nell’ultima riunione del consiglio comunale di Varapodio, il bilancio preventivo 2002 con annessa relazione previsionale programmatica. Approvato anche il bilancio pluriennale 2002-2004 e il programma annuale e triennale delle opere pubbliche. Alla riunione hanno partecipato due (Corso e De Pasquale) dei quattro componenti il gruppo di opposizione. Entrambi si sono astenuti. Sono stati, inoltre, discussi e approvati altri punti previsti dall’ordine del giorno, alla presenza di un discreto numero di cittadini.

Due le novitÓ di rilievo che emergono dal documento politico programmatico adottato per il corrente anno finanziario: l’”esordio” dell’addizionale comunale all’irpef (2 per mille)  tra le voci impositive e l’aumento dell’aliquota ici dal 4 al 5 per mille. Ritoccate, inoltre, seppure in minima misura le tariffe inerenti il canone dell’acqua potabile e la tassa sulla rimozione dei rifiuti solidi urbani.

Secondo quanto illustrato in consiglio  dal sindaco Orlando Fazzolari, assistito dal direttore generale Elisabetta Tripodi, non Ŕ stato possibile lasciare invariate senza aumento le imposte e tasse comunali cosi come Ŕ avvenuto in passato. Indifferibili esigenze di equilibrio tra entrate ed uscite , ha aggiunto, hanno imposto l’adozione dei suddetti provvedimenti che sono destinati ad incidere, peraltro, in maniera minima sui cittadini.

Completamente diversa Ŕ risultata l’opinione dei consiglieri della minoranza. Non condividendo le motivazioni esposte dal sindaco, hanno lungamente e vivacemente contestato tali decisioni, chiedendo, alla fine l’approvazione di alcuni emendamenti , in precedenza presentati , inerenti proprio le nuove e maggiori imposte inserite in bilancio. Hanno chiesto, inoltre, l’istituzione di una tariffa differenziata dell’acqua per i pensionati e le famiglie monoreddito e l’elargizione di un contributo a favore degli studenti delle superiori che sopportano non indifferenti spese di viaggio. Tutti gli emendamenti presentati, comunque, sono stati respinti dal gruppo di maggioranza.

Tralasciando, infine, le “crude” cifre del documento contabile “snocciolate” dal sindaco durante la lettura della relazione (con parere favorevole) predisposta dal revisore dei conti  si ritiene opportuno, invece, evidenziare alcune opere pubbliche  previste dal piano annuale  2002. Per qualcuna sono stati giÓ appaltati i lavori (ricostruzione dell’antica fontana “Asso di Coppe”, famosa in tutta la Calabria ed anche fuori regione) mentre per altre,  i lavori sono in via d’appalto (sistemazione via Pascoli). Altri lavori in programma riguardano: ristrutturazione impianto elettrico scuola media, sistemazione strada “Petrulli”, abbattimento barriere architettoniche scuole elementari, sistemazione strada “Querce”, sistemazione rete idrica,distribuzione rifacimento e potenziamento rete idrica, costruzione loculi cimiteriali.

 

Back Home Page